Sostegno psicologico
Di cosa si tratta

Intervento rivolto a persone che vivono un momento di disagio o crisi personale, ma che non presentano sintomi rilevanti o comunque un quadro clinico tale da necessitare di intervento terapeutico.

Può essere effettuato individualmente o in gruppo, quando più persone condividono le stesse difficoltà o un’identica situazione personale: include infatti percorsi di sostegno a momenti di cambiamento che non necessariamente implicano difficoltà.

Presso il Centro è possibile effettuare:
  • Colloqui psicologici di sostegno individuale, di coppia o familiare;
  • Sostegno psicologico sia agli adulti che ai bambini
  • Terapia di Coppia
  • Sostegno alla genitorialità
Psicoterapia
Di cosa si tratta

Metodo di trattamento rivolto alla psiche, ha luogo entro la relazione interpersonale terapeuta-paziente e si propone come obiettivo la cura.

Come funziona

La “psicologia del profondo” si propone di esplicitare il significato inconscio dei discorsi, delle azioni, dei sogni, delle fantasie, dei sintomi di una persona, attraverso un buon contenimento psicologico, affettivo, empatico e di ascolto, al fine di ampliare il campo di coscienza dell’individuo; comprensione e guarigione sono infatti, in questo campo, pressoché coincidenti. Un metodo di cura è anche quello di aiutare i pazienti ad individuare i pensieri ricorrenti e gli schemi disfunzionali di ragionamento e d’interpretazione della realtà, al fine di sostituirli e/o integrarli con convinzioni più funzionali, utilizzando anche alcune tecniche specifiche, come:

  • Training autogeno
  • Rilassamento muscolare di Jacobson
  • Training sull’Assertività
  • Metodo TEACCH.
Nutrizione e correzione alimentare
Di cosa si tratta

Il Biologo Nutrizionista sta divenendo un punto di riferimento per le persone che vogliono migliorare lo stato di salute e di benessere o trovare nella giusta dieta il supporto nutrizionale fondamentale per numerose patologie, in aggiunta ad un trattamento terapeutico/farmacologico.

Come funziona

La dieta mediterranea resta sempre il punto di riferimento a cui il Biologo Nutrizionista si ispira, soprattutto considerando che le malattie cardiovascolari, croniche e degenerative sono in aumento. Una sana e corretta alimentazione rappresenta non solo il primo momento di prevenzione, ma anche una possibilità reale di migliorare lo stato di salute, basandosi sul modello nutrizionale mediterraneo. Anche per consigliare o suggerire uno specifico integratore alimentare o dare indicazioni su una corretta alimentazione di un singolo individuo, è necessario conoscere la comune dieta e quindi le abitudini alimentari del soggetto stesso, attraverso la valutazione dei bisogni energetici e nutritivi finalizzati alla determinazione della dieta ottimale quale strumento per il miglioramento dello stato di salute e del benessere.

A chi è rivolto

Ci si può quindi rivolgere al Nutrizionista non solo per ragioni puramente “estetiche”, cioè per dimagrire, ma anche per ragioni di “salute”, quindi per imparare l’educazione alimentare, per associare a cure mediche la dieta adatta, per prevenire problematiche collegate ad un’alimentazione scorretta, per affrontare al meglio stati parafisiologici della vita (gravidanza, allattamento, menopausa)

Neuropsichiatria infantile, Logopedia e Neuropsicomotricità
Di cosa si tratta

Il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza (NPI) è un servizio specialistico deputato alla prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione delle patologie neurologiche e/o psichiatriche, cognitive e neuropsicologiche dell’infanzia e dell’adolescenza (da zero a 18 anni).

Come funziona

La NPI, pur essendo un servizio specialistico, è fortemente radicata nel territorio e attua una presa in carico “globale” dell’utente e della sua famiglia, secondo quanto previsto dalla normativa specifica.

Questo significa che, sia nel corso della diagnosi, sia della terapia, considereremo Vostro figlio nel suo complesso, con particolare attenzione a come il problema specifico per cui è arrivato da noi non gli consente di utilizzare pienamente e al meglio le sue potenzialità e di sviluppare liberamente la sua personalità.

Approccio utilizzato

Non ci limiteremo ad un solo aspetto, proprio perché nel bambino – soprattutto nei primi anni di vita – non è possibile separare rigidamente quanto è motorio da quanto è psicologico, linguistico, cognitivo o altro. Il bambino, infatti, non può che essere considerato nella sua interezza e nella rete delle relazioni in cui vive nel contesto familiare, educativo e sociale.

Anche la modalità di intervento è molto diversa da quella che si mette in atto con gli adulti: il bambino lavora ed impara giocando, ed il gioco rappresenta per lui il canale privilegiato di comunicazione, di contatto, di motivazione e di apprendimento. Quanto viene sperimentato ed appreso attraverso il gioco diviene realmente parte del patrimonio del bambino.

Per questo il gioco spontaneo e guidato è il nostro strumento principale di intervento, anche all’interno delle sedute riabilitative.

La modalità di presa in carico appena descritta costituisce, a nostro parere, condizione irrinunciabile per la riuscita di qualsiasi intervento terapeutico in età evolutiva e determina la metodologia di lavoro utilizzata all’interno di questo Servizio.

L’obiettivo finale è che lo sviluppo del bambino sia il più possibile armonico nel tempo, cercando di integrare e dosare l’insieme degli interventi necessari sul singolo bambino.

Per poter raggiungere questo obiettivo è necessario lavorare non solo con i bambini, ma anche in loro assenza: con i genitori, con gli insegnanti, con i medici ed i pediatri di base, confrontandosi tra operatori all’interno dell’équipe o con i consulenti esterni e, soprattutto, aggiornandosi e formandosi continuamente per poterVi garantire un servizio di Qualità.

Gli Operatori del Servizio

L’équipe multidisciplinare è composta da tutte le figure professionali del servizio, ovvero:

  • Neuropsichiatra Infantile;
  • Psicologi dell’età evolutiva;
  • Logopedista;
  • Neuropsicomotricista.

L’equipe multidisciplinare infantile è diretta funzionalmente da un medico responsabile (Neuropsichiatra Infantile) che, oltre all’attività clinica, si occupa degli aspetti organizzativi e gestionali relativi al servizio e coordina la programmazione degli interventi delle diverse figure professionali.

Il lavoro interdisciplinare di diverse figure specificamente formate, attraverso lo scambio reciproco e la condivisione di obiettivi e metodologie di intervento, garantisce completezza nella diagnosi e precisione nel progetto terapeutico e riabilitativo.

Osteopatia

Osteopatia – Omeopatia – Fitoterapia

Di cosa si tratta

L’Osteopatia è un sistema di prevenzione sanitaria che si basa sul contatto manuale per la diagnosi e per il trattamento. Rispetta la relazione tra il corpo, la mente e lo spirito sia in salute che nella malattia: pone l’enfasi sull’integrità strutturale e funzionale del corpo e sulla tendenza intrinseca del corpo ad auto-curarsi. Il trattamento osteopatico viene visto come influenza facilitante per incoraggiare questo processo di auto-regolazione. I dolori accusati dai pazienti risultano da una relazione reciproca tra i componenti muscolo-scheletrici e quelli viscerali di una malattia o di uno sforzo.

Come funziona

L’Osteopatia, si serve di ogni mezzo manuale di diagnosi per evidenziare e trattare disfunzioni di vari apparati (locomotore, neurologico, genito-urinario, cardio-polmonare, occlusale). Qualunque sia il disturbo, l’osteopata lo tratterà con un approccio globale.

Shiatsu e Agopuntura

Lo Shiatsu, ovvero pressione con le dita, è un tipo di massaggio giapponese, nel quale si esercita una particolare pressione su alcune zone del corpo per trattare, naturalmente, dolori lombari e dorsali, contratture muscolari, cervicalgie, mal di testa, ansia, insonnia e stress.

L’Agopuntura, consiste nel curare le persone applicando degli aghi in varie parti del corpo. Si tratta di aghi monouso, di acciaio, del diametro di circa 0,30 millimetri e di una lunghezza che può andare da un centimetro e mezzo fino a sette centimetri.

Entrambi agiscono attraverso il sistema nervoso ed hanno un effetto equilibrante perché raggiunge attraverso il sistema nervoso i centri che governano le varie funzioni dell’organismo e cerca di riportarli ad un funzionamento migliore di quello della malattia, puntando a ripristinare lo stato di salute originario.